I 12 passi e gli archetipi Junghiani – “Un viaggio spirituale alla ricerca di sé stessi”

Finché non siamo capaci di guardare in faccia la realtà, in tutta onestà, difficilmente possiamo riconoscere il ruolo cruciale che abbiamo nel creare la nostra infelicità.

Spesso non ci rendiamo conto che, recitando la nostra parte, in realtà contribuiamo a sostenere la nostra e altrui sofferenza.

Proviamo, forse, sgomento nello scoprire che il modo di pensare e gli atteggiamenti che abbiamo sviluppato per proteggerci dalle dolorose esperienze della nostra vita, si sono insinuati in ogni angolo del nostro mondo.

E’ come se avessimo permesso ai nostri meccanismi di difesa di proteggerci da tutti gli aspetti della vita, piuttosto che affrontare il rischio di una qualsiasi partecipazione avventurosa alla vita stessa.

Nel tentativo di evitare gli aspetti spiacevoli della nostra vita, abbiamo anche perso molte delle gioie che essa offre. Questa è anche una delle ragioni per cui vale la pena intraprendere il cammino verso la consapevolezza, cammino che spesso può rivelarsi difficile, ma dall’altra parte ci attendono doni inattesi.

Difronte a situazioni di grande sofferenza, anche familiare, l’impresa più utile e amorevole che possiamo intraprendere, consiste nel cercare aiuto per noi stessi.

La maggior parte di noi ha dovuto toccare il “fondo”, un punto di agonia personale, prima di essere pronto a fare dei veri cambiamenti nella propria vita.

I 12 passi offrono un percorso che ci può aiutare a trovare le risposte alle domande più pressanti; ci possono aiutare a vivere nella realtà del presente, mostrandoci in che modo far la pace con il passato.

I 12 passi non pretendono di fornire risposte preconfezionate a domande complicate e personali; offrono, invece, un cammino che ci mette in grado di cercare e trovare da soli le nostre personali risposte.

Cominciamo a prenderci cura di noi stessi; iniziamo un viaggio spirituale che potrebbe cambiare la nostra vita.

Anche gli archetipi Junghiani ci aiutano in questo viaggio “eroico”, come fossero delle guide; l’eroismo consiste, oltre che nel trovare nuove verità, nell’avere il coraggio di agire sulla base di una nuova visione interiore.

La nostra visione del mondo è definita dall’archetipo che domina normalmente il nostro modo di pensare e agire.

I 12 passi e gli archetipi:

Passo 1 – ONESTÀ– Sovrano

Riconosco di non avere il potere di superare da solo il mio problema.

Passo 2 – REALISMO– Orfano

Confido che un potere superiore possa ricondurmi alla guarigione fisica e spirituale.

Passo 3 SPERANZA– Innocente

Ho deciso di affidare la mia vita ad un potere superiore.

Passo 4 – CORAGGIO– Guerriero

Elaboro un inventario morale profondo e coraggioso della mia vita.

Passo 5 – CONDIVISIONE– Angelo custode

Ho condiviso con altre persone la natura intima del mio malessere.

Passo 6 – CABIAMENTO – Amante

Accetto senza riserve che un potere superiore rimuova tutte le debolezze del mio carattere.

Passo 7 – UMILTÀ– Distruttore

Chiedo umilmente ad un potere superiore di porre rimedio alle mie mancanze.

Passo 8 – PERDONOCercatore

Elaboro un elenco di tutte le persone a cui penso di aver fatto dei torti e decido di fare ammenda verso di esse.

Passo 9 – RIPARAZIONE E RICONCILIAZIONE Costruttore

Per quanto possibile, ho fatto ammenda alle persone a cui penso di aver fatto dei torti.

Passo 10 – VERITÀ– Saggio

Continuo a tenere il mio inventario personale e, quando penso di trovarmi nel torto, lo ammetto senza esitare.

Passo 11 – RIVELAZIONE PERSONALE– Mago

Cerco di migliorare il contatto cosciente con me stesso, con gli altri, con l’universo, e di avere la forza per fare coerentemente scelte e azioni nella mia vita.

Passo 12 – RESTITUZIONE– Folle

Avendo ottenuto il mio risveglio spirituale, cerco di mettere in pratica questi principi in tutti i campi della mia vita e di essere possibilmente di esempio agli altri.

 www.felicianocrescenzi.com

 

I 12 passi e gli archetipi Junghiani – “Un viaggio spirituale alla ricerca di sé stessi”ultima modifica: 2013-03-06T14:57:00+01:00da feli4848
Reposta per primo quest’articolo